Apr 07 2008

…anno zero…

Pubblicato da at 14:04 archiviato in Argomenti vari e taggato: ,

Quando ho aperto gli occhi stamani una sensazione di…. di… cambiamento….

ho deciso che oggi è un po’ il mio "anno zero", quello che fa ripartire il contatore dall’inizio, tutto ricomincia, un foglio bianco ancora da scrivere, una tela da dipingere… ed in mano penne , matite e colori…tutto quello che basta per fare della mia vita la novità del giorno….

E’ difficile spiegare cosa , ma qualcosa dentro di me è scattato ed ha passato un colpo di spugna su tutto quanto,non ha cancellato, ma ha lavato, ha messo via tutto quanto…riposto in scatoloni ordinati, stracolmi di ordinaria follia e straordinaria normalità…

Adesso si ricomincia, si riprende tutto quello che c’è di bello da riprendere, nelle mie mani, parole nuove si mescolano alle vecchie togliendo quell’odore di naftalina e dando un profumo di lenzuola appena lavate, sapone di marsiglia e sole di primavera, adesso sul comodino si appoggia un libro nuovo, Edoardo Nesi, lo leggo sempre di un fiato… prima di dire mi piace o no…

e poi un libro di poesie, Prevèrt… vediamo….la musica la mia quella da cantare con tutto il fiato che ho in corpo… quelle canzoni che ti prendono allo stomaco per arrivare a liberare la mente….canzoni e parole diverse tra loro ma così accomunate dal senso di piacere che provo nel sentirle entrare dentro… e uscire fuori…

tutto nelle mie mani..la voglia di sorridere… la voglia di dire ad un amico non andare, rimani… ma se vai …sii felice….la voglia di non sapere cosa pensano di me, perchè io so già cosa penso di me…. e mi fermo a guardare la maglietta fuxia… troppo sfacciata? No… mi piace… le scarpe gialle che ho visto, domani le compro…..

Impasto pensieri e colori, lascio i ricordi dietro a quella tenda di garza che li rende un po’ offuscati, senza contorni nitidi, li vedo non li vedo.. e sono lontani …e allora… si riparte, mi sento così oggi, mi sento così … ANNO ZERO….

Sono vestita di nero, non per lutto, ma per prolungare una notte che mi ha portato fuori, fuori da me a guardarmi in faccia, a guardare gli occhi allagati di lacrime e delusioni, di sofferenze immani, niente si può cambiare, oggettivamente è così e resta così, sono io che ho asciugato quelle lacrime con un foulard di seta rosa, mi sono presa un bicchiere di spumante dolce e mi sono detta: avanti, coraggio ancora un po’ ce ne vuole, e viviti ogni piccolo istante come la rivalsa contro chi ti vuole così…. e in questa notte nera, lascia spazio a stelle cadenti che arriveranno ad illuminare il tuo viso, con questa speranza e la consapevolezza della lunga strada che ho fatto ho scritto FINE/INIZIO nel cuore del mio libro chiamato vita….. 

4 commenti




4 Commenti to “…anno zero…”

  1.   Dadaon 07 Apr 2008 at 15:25

    ciao……

    sei passata mentre il post era in fase di montaggio :)

    ora è a posto ..

    :) spero di non averti fatto troppo incupire con la canzone … tra tante ho scelto queste… ma ce ne sarebbero mille per indicare una Fine…:)

    L’importante è ripartire .. non trovi ..

    A volte si ricomincia senza un perchè .. senza un motivo apparente … Si ricomincia .. dopo tanto …

    L’importante è farlo ..

    … tanto … non si dimentica … giusto?.

    un abbraccio e lieta della conoscenza

  2.   pablitoon 07 Apr 2008 at 15:39

    gracias 1000 por la visita Senòrita

    ;-)

  3.   Ateon 07 Apr 2008 at 15:57

    Sfacciata con una maglietta fuxia e le scarpe gialle ???????

    Allora io cosa sono.. SUPER FACCIA DA C..O

    Un giorno se hai voglia e tempo.. ti apro il mio armadio..

    IL NERO E’STATO ABOLITO ANNI FA.. ORA SOLO PER QUALCHE OCCASIONE..

    PRENDI PURE CIò CHE VUOI..

    AZZURRO.. FUXIA.. VERDE SMERALDO..GIALLO CANARINO..

    ROSA BIG BABOL..

    ROSSO FUOCO..VIOLA.. BIANCO CHE SPARA..

    MAGLIE PER L’ESTATE RIGOROSAMENTE SCOLLATE E SENZA SPALLA

    SI LEGANO DIETRO..

    SCEGLI CIò CHE VUOI.. TE NE REGALO QUALCUNA…

    SCARPE ORO CON BORSA ABBINATA CHE NE PENSI ???????

    LA VITA SI VIVE A COLORI.. NON IN BIANCO E NERO..

    bacio bacio Ate….

  4.   Il Narratoreon 07 Apr 2008 at 16:12

    Forse hai fatto male a portarti addosso ancora un lembo di questa “notte delle verità”.

    Ma sono certo che si diraderà immediatamente al primo sorgere del Sole che ti porti dentro!

    Buona via!

    (Io rimango nei paraggi, eh!!!)

Trackback URI | Comments RSS

Lascia un commento

Codice di sicurezza: