Archive for Luglio, 2010

Lug 31 2010

dopo un anno

Pubblicato da archiviato in Argomenti vari

Mi sono riletta un anno fa, e diciamo quanto è cambiato o meglio quanto si è placato, beh a volte è strano tutto quello che ho letto stasera è sorprendentemente non mio, si sensazioni, emozioni e pensieri lugubri raggomitolati su se stessi un insoddisfazione di fondo da prendere a calci, oggi ho la chiave di lettura di tutto ciò, diciamo che ho imparato la lezione, o meglio un altra volta l’ho ripassata, ma sarà per quella tempesta che si è abbattuta nella mia vita, inaspettata e furiosa da cambiare i connotati a tutto, e spazzare via le cose che non avevano importanza, e allora eccomi che  vedo luce in ogni cosa… ecco le risposte.. ecco tutto….

Si anche un anno fa avevo tutto, avevo la mia vita ma l’arruffavo alla ricerca di quello che la gente mi suggeriva, avevo perso un po’ le mie forze e il mio orientamento a forza di stare a sentire sempre gli stessi discorsi, ma io sono un altra cosa, un altra cosa da chi mi suggerisce come vivere, anzi da chi mi giudica ogni volta e mi prende a calci.. senza dubbio le mille difficoltà che avevo mi complicavano i pensieri e poco riuscivo a fare da sola, forse ho anche creduto che dando retta alle persone a me vicine potessi trovare una via più semplice.. e invece eadesso è chiaro che è successo il contrario,solo la via cdifficile era giusta l’introspezione e la sofferenza anche, infatti solo quando ho iniziato a  ritrovare la mia testa a considerare che ciò che vivevo e facevo era ed è la cosa giusta per me, anche se non è “normale”( e poi “normale” cosa significa??…) .. ma per me è tutto, è così che deve essere , ho tentato di buttare via un incontro meraviglioso,  anche se poi il caso ha voluto si recuperasse.. e menomale… mai gettare ciò che è buono, solo perchè non compreso , solo perchè qualcosa che nasce in modo assurdo, solo perchè si tratta di apparizioni sporadiche e non di costanti, ma quelle apparizioni, quelle sensazioni quelle emozioni così profonde da spaccarti la testa, il cuore e il corpo, vale la pena di viverle anche solo epr un minuto… e allora se il mio vivere è questo forse sarà il caso di mettere le distanze tra me e chi mi fa male, chi probabilmente mi vede come una disastrata, chi semplicemente non si sforza di capire che le persone sono diverse, e che siamo esseri in continuo mutamento, ogni idea, ogni azione ogni piccolo gesto e pensiero, cambiano velocemnete come cambiamo noi alla sola luce del fatto di svegliarsi ogni giorno in un giorno diverso … non sono disastrata, non sono strana, non sono nemmeno “normale” magari ma solo perchè ho creduto in me sono uscita da tutto anche dal mio inferno, con le mie forze, so chi c’è stato e chi no, lo so benissimo… e allora adesso che è chiaro me lo stampo in mente..  la mia normalità è questa.. e non   importa niente, non vogliò più essere spazzata dal vento, non voglio prendere a calci chi è qualcosa di inspiegabile ma piacevolissimo, che sta alla mia vita come la pioggia in estate, come lo specchio della mia camera come l’ologramma che vedo sul muro ogni volta che mi va, che mi fa stare bene quando parliamo a non finire, che mi cattura gli occhi  senza un motivo e non so nemmeno se c’è, e non voglio chiedermi il perchè quando so che le cose sono così… c’era la soluzione a tutto ed era lì bastava come sempre prendere le distanze.. e adesso le ho prese e capisco tante cose, tagli netti ai rami secchi, tagli ancor più netti ai frutti marci… sto dove posso stare bene e me ne vado dove c’è qualcosa che non mi piace,  inutile sprecare tempo e parole quando sai che non ne vale la pena , il mio sguardo è sempre giusto, per me, e nessuno può capire cosa c’è dentro… sono felice di aver capito, sono felice di essere così… appagata e piena di me, ( a volte un tantino troppo) con mille casini si, che anche la metà sarebbe abbastanza, con mille impegni ma va bene, si cresce nel lavoro, nella vita nel modo di vivere … si cresce e si ritrova la via… ero un po’ come lo scalatore che sbaglia un appoggio.. spaventata con le gambe a penzoloni, legata solo alla corda, e chiedevo aiuto, ma poi inevce nessuno è corso e solo ioho ritrovato l’appoggio giusto e allora…via su passo dopo passo verso la cima, quella cima che non raggiungerò mai… ma l’importante è il viaggio, non sarò mai arrivata, e non voglio mai sentirmi arrivata….

La voglia di pigiare il canc su tanti scritti è stata grande , quanto la voglia di prendermi a schiaffi, ma non ho tolto qualcosa di me che in quel momento mi pareva giusto, adesso mi pare ridicolo, ma ci penso e magari… vedremo

Un commento presente

Lug 23 2010

è..

Pubblicato da archiviato in Argomenti vari

imagesCA7Z5FG1..  i miei occhi sfidano i tuoi , li fissano come a volerci entrare dentro, mentre a passi sicuri e lenti mi avvicino, ti avvicini, le mani tremano dal desiderio, dall’emozione che si fa forte, e attaccata alla tua schiena con le unghie a graffiarti l’anima a farti mio, a darti me, tutto quel che vuoi, senza parlare, ti appartengo… prendimi adesso… respiri che rompono l’aria come i tuoni in un cielo terso, si affannano le nostre bocche, si cercano e mangiano ancora, non si saziano mai, ancora, il calore della pelle, il tuo sapore si mescola al mio, bagnati di sudore riflessi di luna, e tu ancora, la mente altrove e non so perchè e non chiedermi… è così la mia pazzia e quasi come una danza tribale a far saltare letti e tetti, travolge tutto, la furia della passione gustata fino infondo…  i nostri corpi che si accordano per creare quella sintonia che esplonde nell’apoteosi di un concerto… e così noi… e mentre la musica incalza i mie capelli  ti sfiorano il viso e  dentro ci perdiamo…ti guardo ancora e ti voglio come ora, bacia il mio sorriso con il tuo, tu  dentro, tu sopra, tu che esplori e  poi prendi, tu che diventi parte di me, e anche l’aria che respiro sei te, e vederti che ti piace mentre mi tengo stretta a te, e non ti mollo e centimetro dopo centimentro ti faccio mio, sorridi e mi accarezzi ancora, mi allontano e ti guardo, e così ecco che  diventi  il re di questo posto..e che belli che siamo e guardati si vede quanto ci vogliamo e guardami si vede… questo è.. e non si cambia, e resta e brucia ed è solo anima, corpo e brace… noi…. ad incendiare il mondo.. .. e così oggi, e così è!

2 commenti

Lug 08 2010

luce nei miei occhi

Pubblicato da archiviato in Argomenti vari

imagesCAIQIEEVprendimi per mano e guidami  per sentieri e vie sconosciute, mi fido di te, pienamente, portami oltre la mia conoscenza e la mia immaginazione, mi stringo al tu corpo asciutto e forte, c’è qualcosa che ci intriga, incuriosisce, e allora scopriamolo, scopriamoci, scendendo giù nelle viscere della terra dove nessuno ci può cercare e esisteremo io e te,  soli.. alla ricerca di quel piacere che solo a guardarti mi sale su per la schiena e non c’è momento in cui non sia pronto ad esplodere e liberarsi in tutta la sua voracità, non c’è motivo per non viverlo, non ci sono parole… non si spiega e nemmeno lo si vuole fare.. respirare il tuo odore anche solo per un attimo sublima i sensi.. come sentire i tuoi occhi che mi trapassano l’anima, la tua bocca  che mi cerca…portami lontano tu puoi farlo.. hai la chiave per entrarmi dentro senza esitazioni, hai tutte le autorizzazioni, non chiedermi perchè, non so dirtelo, so solo che io sto dove posso stare bene.. solo lì.. adesso, e lo stato di libertà fisica e mentale che ho alla tua presenza è qualcosa di idilliaco, mi sorprende, ma subisco la sorpresa e ne godo… ne godo infinitamente…. perchè dovrei privarmi e privarti di questo sottile piacere che subdolamente entra in noi e … avanza.. condividere un pensiero, un emozione, una sensazione…come se bevessimo vino dallo stesso calice  ,  la vita è una, breve e improvvisa, goderne apertamente tra i se, i ma e chissà è l’unico dovere e l’unica opportunità che abbiamo… e non scappiamo non serve farlo, i miei programmi arrivano solo fino a stasera, ma ci fosse un domani vorrei incontrarti ancora, per quel che sei e  come lo sei.. c’è chi capisce vede accetta e a volte comprende e sopratutto non giudica, c’è chi invece del giudizio fa uno stile di vita e l’unico metro di paragone è se stesso, ho smesso di ascoltare chi si alza in cattedra per dirmi cosa è giusto e cosa no,  sono io e come una nave in mare aperto, la rotta la decido io, nessuno può farmela cambiare solo per come mi vede…. c’è luce nei miei occhi quando incontro i tuoi... e mi fa stare bene tutto questo, e non mi importa niente del mondo … sono io che canto sotto la pioggia a braccia aperte , che cammino guardando il cielo e rischiando di inciampare, ma il cielo è blu e mi piace e io lo guardo… sono io quella che finisce di baci e solletico il mio bambino per sentire le sue risate suonanti e la sua voce che mi dice che sono la sua mamma bellissima.. sono io matta quanto serve e razionale per il resto….sono io che adesso serenamente e consapevolmente sorrido…. sorrido!imagesCAGRWI2R

3 commenti

Lug 01 2010

……ti voglio, io!

Pubblicato da archiviato in Argomenti vari

Io ti voglio, in una sera di quiete illuminata dalla luna,  voglio percorrere ogni centimetro del tuo corpo, gustarlo con calma  assaporarlo con baci dolci e carezze, voglio gustare i tuoi sguardi per attimi infiniti, voglio darmi a te e sentire le tue mani che si impossessano dei miei fianchi, dondolare insieme sul filo del piacere mentre ci mangiamo a morsi le labbra, i respiri che si fanno intensi il mio ventre piatto incollato a te, e sentirti forte e sentirmi TUA, e  giocare e ballare su te..  all’infinito fino  a che le forze non verranno meno,  finche non avremo gustato fino infondo il sapore della nostra passione, liberami l’anima fallo mi fai sentire una dea.. ti voglio per questo e perchè mi piaci.. ti voglio e non mi stanco di dirtelo.. non scappo io.. e non scappare nemmeno te…. corriamoci incontro .. con tutto l’entusiasmo che c’è!

Un commento presente