Archive for Gennaio, 2012

Gen 31 2012

se anche tu ci sei.. GRIDA!

Pubblicato da archiviato in Argomenti vari

Se anche tu ci sei, e sei qui ad un passo da me,

allora grida forte,

perché possa udire ciò che la ragione non conosce, ciò che non comprendo con la mia razionalità… ma tu grida,

e te lo chiedo adesso, te lo chiedo in ginocchio..

fallo, perché possa sentirmi investita di quello che dentro te c’è.. se c’è ..

e che possa capire dove è la strada che davanti a me si disegna,

io non so, non la vedo chiaramente e non capisco se è solo la mia voglia di vedere quella strada , di percorrerla,

oppure se quella strada porta a te,

a te solo, perché te sei i NO, e il SI ..

sei la normalità tra le ore della giornata e i sogni della mia notte,

sei desiderio , ma sopito , sussurrato… controllato forse, troppo…

e allora se ci sei….

prendi con forza e prepotenza ciò che vuoi, ciò che pretendi, ciò che vedi…

e non c’è ritegno, non ce ne deve essere,

una donna è tale solo se può essere la compagna di un pomeriggio d’ozio, e l’amante di un attimo di follia e passione…

lasciamoci andare,

e senza veli e pudori, percorri ogni centimetro della mia pelle,

finchè ogni piega e ogni neo non ti diventeranno familiari,

bevi di me perché il mio sapore si mescoli alle tue viscere,

io berrò di te perché poi si possa avere un po’ lo stesso odore…

e chiedere di più e ancora e chiederlo… e gridarlo al mondo, davanti alla gente.

Guardami, come lo fan tutti, e guardami mentre il mondo gira.. e fammi sentire tua…

aldisopra degli sguardi, dei pensieri e degli occhi…

lascia andare ogni freno…

lascia perdere il “non si addice”, lascia stare, niente è sconveniente, se ..

se tu sei lì, ad un passo da me…

e gridi….

Allora decidi tu se vuoi gridare e rischiare di finire con me in qualche posto del mondo a scambiarsi graffi e leccarsi le ferite, se vuoi volare alto…e annientare la paura di queste altezze che potrebbero far tremare se si pensa solo al fatto di cadere..

ma gli angeli difficilmente cadono, al limite planano…

se sei ad un passo da me, grida ..

grida ti prego fallo…

forte fino a sconvolgermi, a svegliarmi dal sonno….

Non ti rincorro .. al limite ti vengo incontro!!!

5 commenti

Gen 26 2012

Resta!

Pubblicato da archiviato in Argomenti vari

 

resta

dentro me

Si ti chiamo amore e lo faccio qui perché è lontano dal cuore, e’ lontano dagli occhi, perché non so cosa sia questa cosa che sembra stia accadendo,che non era prevista,e forse sei tu , tu che mi stai fregando; il più  inadatto sulla carta, il più possibile per la vicinanza e la vita, e come se ci fosse un filo che ci lega ci avviciniamo e poi ci allontaniamo ancora,  e sentirti dire quelle cose che con una sigaretta in mano e un caffè davanti riesci a dirmi come se mi conoscessi da anni, mi fa tremare le gambe , e te l’ho detto e qui lo ripeto, ancora non so se è per l’emozione o la paura… sta succedendo e mi spaventa, sta succedendo e non mi arrendo e non capisco, so solo che ho un infinita voglia di averti accanto, ogni istante, ogni giorno, ogni momento, e che ho voglia di guardarti, ascoltarti, capirti, scoprirti, e sviscerare queste sensazioni e dargli un nome, voglio te, adesso te… e non riesco a dirti che forse sta succedendo, che forse un po’, solo un pochino, mi sto anche innamorando, o forse no… perché non voglio, perché ho paura di stare male, di farti male.. e tu che dici lo stesso.. e poi mi guardi e mi dai un bacio, e qualunque cosa sia è bello e non riesco a staccarmi dalle tue labbra , e voglio il tuo corpo, e adoro sentirmi sporca dei tuoi baci e piena del desiderio di te, e voglio che tu mi guardi e mi sogni, che desideri i miei fianchi, le mie mani e la mia bocca, che desideri me.. su te, e voglio che tu sia accecato dal desiderio di possedermi, mentre mi racconti, e ti racconti, mentre mangi sereno e  sempre , mentre  ti alzi, ti lavi i denti e vai a lavoro.. vorrei che ogni tanto ti passasse nella testa qualcosa di me, qualcosa che sia mia, una parola, un sogno, uno sorriso, un fremito… vorrei riempire i tuoi giorni e vorrei che fossi tu a riempire i miei, ma non riesco nemmeno a chiedertelo, e questa lo so bene si chiama paura, perché è iniziato tutto così,  paura di esporsi troppo, paura di essere troppo, di dire, di correrti dietro e allora la scusa buona per lasciarti andare, via dove vuoi, dove la vita è più facile della mia, dove non  ci sono problemi alti un metro e un pochino, dove non ci sono interferenze di genitori che non hanno ancora capito che non sono sua e che c’ho altro da fare, ti lascio scappare via da tutto questo perché io ho sempre quel cazzo di problema per colpa del quale mi sembra di non meritarmi mai nessuno, e mi fa sentire un errore per tutti, e allora ti lascio stare perché non voglio convincere nessuno a restare, e poi invece tu torni,  e ti vorrei chiedere di restare, restare .. non so se per sempre, ma per un po’ per poter capire  cosa sono i brividi che mi fai venire, e cosa è questo desiderio che mi spinge a cercarti, a chiedere parole, a farmi fantasie, a voler morire su te, a bramarti dentro a volerti addosso, con prepotenza e forza, a voler respirare con te dalla stessa pancia, dalla stessa bocca… cos’è… qui è lontano abbastanza.. qui te lo dico,  prova a restare, per un po’ almeno.. ho paura, tanta , e lo sai, ne hai abbastanza anche te… ma se non guardiamo in faccia questa realtà rimarrà solo il rimpianto per non aver mai provato.. perché io sto bene con te da morire… perché le ore passano in fretta.. perché ti ho detto no per mille volte con la bocca e nella mia testa.. perchè adesso ti dico si.. resta!!

 

3 commenti

Gen 20 2012

mi sto perdendo

Pubblicato da archiviato in Argomenti vari

tra mille cose giro e rigiro come impazzita confusa annebbiata,  chiudo gli occhi ma gira lo stesso, un sorriso e un altro, un emozione bellissima e il suo dissolversi, quasi un dolore subdolo per un non amore perduto e rubato, come sempre del resto avevo sbagliato, come sempre, e mi ero distratta, mi ero voltata  da chi era lì e scappava, scappava forte , da chi poi ha ammesso di farlo da chi mi ha rovesciato addosso tutto, tutto quello che volevo sentirmi dire, e ora ho paura, paura io , paura perchè potrebbe essere e  non assomiglia a quello che ho disegnato, potrebbe perchè mi fa stare tanto bene la sua presenza, e mi porta lontano, ma sono io che resto qui ancorata a terra a guardare il palloncino che vola via in cielo e non mi riesco a capacitare di quello che mi si è legato al polso e non vola, sta lì.. si allontana un po’, ma torna… che guaio , io non capisco, che guaio io non so, che guaio, fa male, un po’, che guaio perchè sono un errore sempre, che guaio e dove devo andare.. che guaio, che guaio.. aiuto.. e continuo a girare!!!

2 commenti

Gen 13 2012

abbracciami

Pubblicato da archiviato in Argomenti vari

Stasera le mie spalle avvertono forte la mancanza di qualcosa che non c’è e che a volte vorrebbero sentire, un abbraccio, e  si, e mi manca, mi manca quando mi confondo , mi manca quando sono stanca e vorrei trovare carezze e riposo, mi manca il calore delle braccia che si stringono intorno al mio corpo,  mi manca il calore che si fonde , si scambia, si mescola, quando in un abbraccio parlano i silenzi, quando non c’è la fretta di staccarsi, ma solo la voglia di restare lì e godere di quel tumulto di sensazioni , e restare così  uniti e stretti forte, forte, anche se è solo quel momento e niente di più , ma  quel momento mi manca, mi manca nella testa e sulla pelle, mi manca il respiro sul collo, e la libertà di abbandonare il mio volto sulla tua spalla… inebriarmi del tuo odore e ..

non chiedo di più, stasera non c’è di piu’..

e quando mi arrivi così mi confondi, le parole si annebbiano come fossi in preda ad uno sballo, come fossi piena d’alcool, eppure io non conosco sballo e reggo  bene l’alcool.. sei tu che mi confondi  nei tuoi abbracci, mi perdo lì dentro e ci resto annebbiata…  i miei discorsi si spengono nell’emozione, li perdo, li  rincorro e non importa se non riesco mai a dirti niente, non importa .. vorrei il tuo calore, vorrei quell’effetto che mi regali.. vorrei… che i nostri corpi si unissero , vorrei che le nostre anime si abbracciassero.. ma so che ogni volta è un po’ come ritrovarsi dopo essersi persi per poi tornare a perdersi ancora, ma quell’impatto è così forte  che fa scorrere l’adrenalina nelle mie vene, e  non mi importa se mi  sbalza così lontano… e poi mi ritrovo così a non saper dove andare… e mi perdo e ti perdo.. ancora, ma non importa….ma se puoi , almeno con il pensiero, stasera ,abbracciami, almeno per un momento solo, sentimi, guardami.. e piano se vuoi raccontami e parlami… dolce è il  suono della tua voce, dolce è sentire il tuo fiato che nell’aria mi sfiora…. Abbracciami…mi hai confuso…abbracciami ti prego..!!!

4 commenti

Gen 07 2012

Tra mille

Pubblicato da archiviato in Argomenti vari

 

tra mille

Tra mille occhi, i tuoi.. solo i tuoi, sul mio corpo , dentro la mia anima, mi ipnotizzi e cerco di scappare per difendermi, ma infondo non voglio difendermi, voglio cadere in questo oblio e nel suo assurdo e pungente dolore perdermi in te , e ritrovare me…… hai lasciato segni sulla mia pelle, ma il tempo li sta facendo scolorire, hai lasciato segni sulla mia anima, che il tempo sta facendo comparire, sei luce ed ombra, sei tu il sorriso che la mattina mi sveglia incantata dai ricordi,dal pensiero di te, di una parola, di un gesto, di un dettaglio piccolo piccolo, del buon odore di te che sento e risento, il tuo calore come elettricità attraversa il mio corpo ogni volta che chiudo gli occhi, e non c’è uomo, non c’è nessuno al mondo che ti possa sovrascrivere, il tuo coraggio e la mia follia ci hanno fatto trovare ancora, una volta ancora e il volo c’è stato ed è stato grande.. caduto in quel non tempo dove noi ci perdiamo e ritroviamo dove non appartenendoci diventiamo uno, e lì ti ho sentito, ti accolto, ti ho imprigionato, mi sono liberata; tesoro mio non ha senso lo so, sono brava  a tenermi lontana da tutto, ma non da te, tu sei quello che vorrei, sei il sogno che ogni tanto sbava il disegno perfetto e razionale della realtà, sei il pomeriggio che vale una vita, sei la strada che accresce l’attesa, che la rende bella, sei l’alba che risveglia ciò che si ha dentro e lo fa fiorire, brillare… sei, sei tutto questo, anche  se poi come la neve basta  un attimo e sei già sciolto, e resti lì, un ricordo nella mia mente… ma sei quello per cui si prenderebbe a morsi l’oceano, perché  mi fai tremare le gambe, confondere le parole, abbandonare la realtà, perché mi sai accompagnare in paradiso e riportare, dolcemente e  senza strattoni ,giù.. tra gli umani..

Mille ce ne sono, uomini che girano ridono e chiedono, mille … ma tu.. solo tu, tu solo puoi… la mia corsa si ferma con una frenata, sempre difronte  a te, come se non ci fosse più alcun bisogno di riprenderla, perché non vi è un motivo per correre quando  chi si ha davanti è.. tutto… e ancora di più… in ogni angolo in cui volti il mio sguardo, vedo solo ciò che per me è perfetto.. ecco cosa ferma la mia corsa …..TU che sei colui che mi piove addosso come fosse una nube impazzita e rovescia su me acqua a catinelle, spogliandomi dell’inutile e lasciando solo ciò che serve perché nelle tue mani possa vibrare.. e sei… solo nella mia mente, ma lì sei… di lì non vai via, no… nooo… non vai via…

4 commenti