Nov 19 2015

L’odio non mi appartiene…

Pubblicato da archiviato in Argomenti vari

E mi riempio gli occhi di bellezza,  immagini di monti cieli foglie fiori monumenti e case dolci  sorrisi e persone, perché oggi si sta provando a farci dimenticare tutto e colorarlo solo di grigio , la violenza e l’odio non hanno razza religione o ragione , alla base c’e sempre e solo un unico dio quello del potere e del denaro, e  noi tutti come un gregge di pecore, ci sentiamo autorizzati a rispondere con rabbia e con altra violenza , a farla crescere in noi e senza ritegno a raccontarla al mondo  senza filtri eleggendo a filosofi o profeti di una umanità colpita dal male…. e dall’odio… e non me la sento di stare qui a dare le colpe  e a sostenere chi  continua a sparare nel nome di chicchesia, il terrorismo non e’ nei terroristi , e’ nella rabbia , violenza , odio , interesse e denaro, e’ nell’addestrare la gente facendogli sentire padroni del mondo accendendo il fuoco dell’odio e dandogli un pretesto e un nome di un dio in cui agire. E’ per questo che voglio sentirmi libera oggi piu che mai di guardare ancora il cielo è godere del blu, del rumore di una foglia del silenzio dell’aria , il dolore per vite spezzate senza motivo e’ grande e forte e  si sente, per tutti quei morti sparsi nel mondo non solo a Parigi ma ovunque vicino o lontano che sia, quel dolore grida nel cuore di ognuno di noi, deve gridare fino a farci pensare che siamo solo dei poveri illusi pronti sempre ad aggredire tutto e tutti senza alla fine comprenderne la ragione, completamente disabituati ad amare, a guardare in faccia l’altro, a seminare gesti gratuiti d’amore , affetto,felicita’, oggi piango  le vittime e piango queste considerazioni , mentre cerco di assaporare il bello del mondo  e  regalare solo gesti d’amore in tutte le sue forme, sorridere a chi mi passa accanto e dargli il buongiorno….. questo e’ il mio modo di portare il lutto per un mondo che si sta perdendo , qualunque guerra farà di noi tutti le vittime, non ci saranno ne vincitori ne vinti .. solo la morte avrà la meglio …

2 commenti

Apr 27 2014

life is now…

Pubblicato da archiviato in Argomenti vari

 e poi mi siedo, l’adrenalina che batte nelle vene mista al sangue, c’è la voglia di vivere, una partenza nuova ,una vita che era bloccata dalla mia inspiegabile  testardaggine, il mio fissarmi su qualcosa che non andava da nessuna parte e che non faceva nemmeno bene e a volte, per non dire spesso, faceva male..  poi arriva il giorno della rottura , riesci a spostare il velo, a eliminare ciò che hai su quell’anima che  ti ha imposto mille volte di spiegare ciò che invece infondo non volevi spiegare perché era fiato sprecato,  non c’è da spiegare a chi non è in grado di sentire di capire di osservare …ostinatamente sono andata avanti giorni, mesi anni, prendendo solo  legnate, e dando tutto, troppo, passando sopra alle più devastanti cattiverie, a volte anche alla paura, ma tutto questo per non far del male a chi non ha certo mai usato le stesse attenzioni nei miei confronti.. e allora si, che sia io la  cattiva… e solo così … ora si comincia a respirare dinuovo…. con la bocca e con la pancia, con la testa e con i polmoni aperti.. una vita ho e a quella voglio essere grata…   si cerca di prendere solo il buono… e il bello. Ed ecco che sei arrivato  tu, che  mi hai affinacato sulla strada, e sorridendo mi hai dato un passaggio, mi hai fatto sentire bene,   grazie… sei… stato, sei, un infatuazione che valeva  bene la pena di essere vissuta, e se  già hai cambiato strada sarà ciò che il cielo vuole, mi spiace perché mi piaci un sacco, mi  piacerebbe dividere con te notti e caffè,    raggi di sole e risate.. credo sarebbe una bella cosa, ma le cose si fanno in due e….  chissà poi, cosa sarà domani.. mah.. so solo che ho la voglia di vivere oggi , domani,  e tutto ciò che mi è concesso… voglio  ballare sul palco della vita, voglio il più bel vestito da indossare,  le scarpe nuove e  un sorriso, gli affetti che scaldano il cuore e la follia stampata  a fuoco nella mia anima…   mille e mille  idee per gestire il mio giorno con responsabilità e doveri ,    con la voglia di fare bene  e essere bene..  e poi mille sogni da vivere nelle mie  ore libere quelle in cui ci si può lasciare andare, passo dopo passo, e se un giorno imparerò ad amare sarà una conquista, per adesso riesco solo a voler bene,  per adesso riesco solo  forse a innamorarmi.. ma non si può esser perfetti e una volta   acquisita questa consapevolezza si va    più spediti,  con un briciolo di rassegnazione ma con la voglia di andare dove  mi  porta la follia o la ragione , a seconda della necessità e del momento… andare .. perché la vita è ora.. e non ho voglia di passarla a  polemizzare, ad arrabbiarmi a deprimermi e  a piangere, se ciò non è necessario,  mi è concesso il giorno e io lo devo vivere al meglio… finchè si può!

3 commenti

Apr 13 2014

premessa….(1)

Pubblicato da archiviato in Argomenti vari

E sei Tu quello a cui ho aperto le porte , quello che ho lasciato entrare,  la tua  disinvoltura alla quale sono andata  incontro con l’incoscienza che ho;   la mia follia  persa nei tuoi sorrisi e smarrita in un attimo nei tuoi occhi che non hanno perso tempo ad incatenarmi,  adesso senza dover poi sfuggire, ma consegnandoti i polsi e l’anima spontaneamente,  e poi  ecco che  realizzo passo dopo passo, sospiro dopo sospiro,  che è  in te, nelle tue mani, che desidero perdermi…  e divento piccola, e divento donna, mi hai concesso di esserlo e lo sono, con le mie fragilità latenti, alle quali non concedo mai di uscire, con i miei occhi persi nel niente che aspettano l’indicazione della strada… mi abbandono alle tue mani portami dove vuoi… è lì che voglio andare…

2 commenti

Apr 13 2014

il centro sta nel centro delle emozioni…. (2)

Pubblicato da archiviato in Argomenti vari

………………quando mi sfiori tra la gente,  quando rubo il tuo profumo , con un bacio lento, con poche parole sussurrate.. e quanto mi piace far chiacchere  mentre sento  che dalla punta delle tue dita nasce quella sottile corrente che mi fa sussultare, che mi regala quel brivido che si diffonde nel mio ventre ogni volta che ti penso, che ti guardo, che sorridi e che sorrido…. e mi piace da morire  quando cambia la tua espressione , quando la tua faccia da angelo, il tuo sorriso dolce, le maniere educate e cavalleresche,  si fanno sopraffare dal  desiderio  che si insinua nei tuoi, occhi ti cambia i connotati, ed emerge il tuo fare fermo e deciso,  l’uomo che sa cosa vuole, mi fai voltare e in quello specchio l’immagine riflessa di noi non lascia spazio all’immaginazione, è pura carne e desiderio, è volersi appartenere per liberare ciò che è dentro non trova la strada per uscire… l’immagine di volersi così, ora e subito, volersi perché non si può fare altrimenti……e mentre cerchiamo di mangiarci la pelle, strapparla via, perchè è qualcosa in più, qualcosa che argina il mescolarsi del nostro sangue , della nostra passione, sfinirci di baci, trattenuti, non dati e ora finalmente liberi, ma troppi da  non saper che fare, nasce così l’infinito desiderio di voler entrare nel tuo corpo e restarci,come a scomparirci dentro mentre mi trafiggi con il tuo sesso e mi  abbracci di più,  e così annego tra le  tue braccia, nascondo la faccia nella tua spalla, mentre mi stringo così forte a te .. è qualcosa che difficilmente si spiega e che difficilmente si prova, non è di tutti i giorni, è il  banchetto della festa…il tempo si ferma, il mondo svanisce risucchiato indietro.. e finisse anche adesso,questo mondo, sarei nell’unico posto in cui vorrei essere, e ti succhio l’anima…  e mi fa morire quando i tuoi occhi si ribaltano all’indietro perdendosi nei meandri del piacere mentre  sospiri e mentre mi manca il fiato , il tuo non lasciare mai la presa, darmi sicurezza in ogni istante, guidare i miei gesti per la via del piacere sublime di entrambi, io sono questo prestito della vita,  piacere tra le mani che resta tale,  finchè  il tuo essere uomo  esalta il mio  essere donna,  lasciandomi andare  persa tra i capelli e tra le tue braccia, come da tempo non riuscivo a fare e come vorrei riuscire a fare di più perché il ghiaccio che era in me si sta sciogliendo , mi devo riabituare al piacere di me..  e percorro ogni centimetro della tua pelle, rubo attimi e particolari per poter studiare per poter  migliorare, perché la conoscenza dà modo di  liberarsi dei dubbi e delle limitazioni,… in questo girotondo che mi fa girar la testa mi viene solo la voglia di gridare  che è così che voglio stare,   il nostro incontro ha avuto solo la grande fortuna di esistere, e di farmi bene, tu mi fai venir  la voglia di sentirmi libera e ballare a piedi nudi sull’erba fresca,  e sento che questa voglia   rinasce là dove si appaga,   nuova e diversa in ogni dettaglio e piccolo particolare…. ti imploro  sii realtà , sii sogno.. sii follia..ma sii… qui ora.. si, non riuscirò mai a chiederti di domani, e nemmeno troppo di ieri,  ma di oggi si… di questo momento che è adesso.. sincero e vero… 

Nessun commento

Feb 18 2014

ricomincio dalla fine

Pubblicato da archiviato in Argomenti vari

E ricomincio dalla parola fine scritta, questa volta, con l’inchiostro indelebile. La parola che adesso hai scritto tu marchiando a fuoco la mia pelle, e rigirando la frittata come hai fatto sempre, almeno adesso sono io il carnefice e tu la vittima, io, quella che si è comportata male, perché ha provato fino in fondo a  ricercare i sentimenti del primo giorno nonostante gli schiaffi  ricevuti al posto dei grazie, nonostante la pazienza che poi si esauriva, nonostante la delusione… ma va bene così altrimenti non sarebbe mai finita perché tu non avresti mai accettato di essere stato in errore… e saresti tornato sempre e io come una cretina ci sarei cascata ancora, perché  questo sono una stupida  che ancora non ha imparato la lezione..hai scritto FINE  ho passato due giorni intontita a realizzare che era finita , non ho fatto la spesa, non mi sono lavata i capelli, non ho fatto niente, non ho parlato, non ho dormito, non ho pianto… sono rimasta così  anestetizzata,  attonita .. e poi mi sono dovuta svegliare.. era lunedì e la vita riprendeva il suo corso… e da qui, da qui devo ricominciare..

 Si è chiuso un capitolo, una storia, una speranza, ho fallito dinuovo, ho fallito ancora, non sono in grado di gestire i mie sentimenti, non sono in grado di vivere un amore come si deve, come vorrei e imbocco strade sbagliate e le percorro finchè non mi perdo, finchè non  perdo me stessa… adesso è finita, e non è un male… anzi….

Adesso si ricomincia, piano, si cerca di trovare il piacere nelle piccole cose, nei sorrisi del mio bambino, nelle parole di un amica ,  negli ingredienti di una torta, nei numeri del mio lavoro, nei passi dell’ora di danza, nelle parole di un libro, nelle bollicine di un aperitivo…ma ancora non sono me, sono avvolta da una nebbia, pietrificata dalla delusione,  sfiduciata nel sesso maschile e sconvolta da me stessa… mi tengo alla larga da ogni uomo, anche quello che  tempo fa  avrei pagato perché mi corresse incontro.. adesso è costretto ad inseguirmi mentre scappo… non voglio sforzarmi, voglio che accada da se.. che mi svegli una mattina e .. mi sia tornata la pelle d’oca.., mi sia tornata  un po’ di follia… febbraio finirà per fortuna, e si spera che accada presto.. e poi arriverà la primavera,  e con lei..  speriamo tornino le emozioni, i brividi e i sogni, magari le farfalle nello stomaco, magari di quelle a doppio senso, di quelle che regalano la libertà… ma ora va così…. Ma ora va….

Un commento presente

Gen 24 2014

e .. NON ti vengo a cercare

Pubblicato da archiviato in Argomenti vari

Ci siamo detti tante cose, e nei nostri abbracci c’è tutto il calore delle parole “ti voglio bene” , ed è bellissimo, ed e’ vero , fa battere il cuore, mi dimostra che le parole hanno ancora un senso  carico di significato, anche se all’apparenza sono così inflazionate e banalizzate, mi fa capire che esiste  ancora emozionarsi per un sentimento.  Quel nostro non essere è la cosa più speciale che ci sia..  ma poi in queste giornate piene di piogge a sprazzi, e di cieli grigi,  aumenta la voglia di incontrarti e  diminuisce la probabilità che ciò accada , cosa strana, ma  la  coincidenza che di solito  muove la nostra vita.. viene meno.. e allo stesso tempo sono invasa dall’alone di te,  da quella presenza che si allontana mentre  mi invade i pensieri, li irretisce e mi inibisce quasi dall’avvicinarmi fisicamente , sempre per la mia fottuta paura di invadere spazi a me non concessi, resto dalla mia parte e tu dalla tua, mentre subdolamente ti insinui nei miei sogni facendo l’amore con me nelle notti uggiose di quest’inverno poco freddo ma molto umido,  li abiti tutti e li rendi così reali che la mattina riesco con fatica a capire che  erano sogni, sento il tuo profumo e il tuo sapore mentre trasali di piacere, il tuo respiro e il suono della tua voce, le tue risate… e forse dopo tanto i brividi lungo la  mia schiena… quelli che  ogni giorno cerco e non trovo più  nelle mille situazioni, eppure… non c’è mutazione che  mi induca in questa situazione, o forse si..??? ma questo è un altro parlare.. e   non ti vengo a cercare..

ma poi basta un raggio di sole che mi fa l’occhiolino da dietro alle nuvole a far cambiare il ritmo,perchè  si sa che non amo il buio  e le tenebre se non le scelgo, e così basta solo una scia dorata  a darmi la voglia di essere me stessa e di credere in quello che sono senza vacillare, non sarò perfetta ma , sono me.. quella che ogni giorno indossa scarpe speciali per poter contare i passi della vita, per aver voglia di camminare andando un po’ più in là..   anche se agli occhi di chi mi incrocia, sembro  immobile, ma piccoli passi ogni giorno fanno percorrere tutte le strade del mondo, ed è li che voglio andare, un po’ più in là..con la fatica e i momenti di stanchezza ma con la certezza di fondo che là andrò….e quando ritrovo me, ritrovo la voglia di trovare te,  magari in un gesto semplice ma mai scontato, come quello di condividere un caffè con la calma che merita e la serenità che mi dà parlarti, confidarmi, ascoltare te… come      a volte mi viene la voglia di chiamarti solo per il profondo e sconfinato piacere di perdermi in quei discorsi che stanno lì nello spazio aperto del cielo, che lo riempiono di tutti gli argomenti possibili ed immaginabili, che sia la filosofia del vivere o la ricetta per una buona cena,avrei voglia di confidarti pensieri, perchè poi tanto lo sai, mi vengono fuori da se, e magari cercare nelle tue parole le risposte alle domande che non mi faccio, che non oso farmi, e cercare nei tuoi occhi quella luce che mi fa  sentire a casa, che mi fa sorridere… perchè tu?.. perchè quando si sta girando in un vortice si cerca un punto fermo e l’unico punto fermo sei tu,  almeno  io ho questa convinzione, e quindi.. so che quando ci sei si allineano i pianeti , tutto ha il suo equilibrio  lascia spazioa emozioni senza complicazioni, perchè non ho bisogno di dimostrare niente, di fare la ruota come i pavoni, di piacerti per forza, perchè tanto non avrei nessuna opportunità di apparire diversa da ciò che sono, con te non ci riesco, sono me…  ed è rilassante… e sai che mi riesce ridere liberamente?? e sai che se ti abbraccio è perchè lo voglio fare, e lo faccio anche meno di quanto vorrei per non toccare quel confine.. e lo sai che dico ciò che penso e sogno, a volte anche senza ritegno? e lo sai che ancora   riesci a farmi mancare la terra sotto i piedi a volte e a farmi venire l’affanno??… e forse si, anche a ridarmi un emozione… sei la mia cura e la mia malattia.. sei te… e in te mi cerco…  forse perchè le premure che mi riservi sono più di quel che ho o forse sonomeno ma sono quelle che toccano come la scossa elettrica, a volte ho paura che svanisca questo a volte penso che se poi ci avviciniamo di più magari possiamo trovare meno, e forse ho paura che possa magari essere di più.. e oddio.. e poi mi arrotolo tra le parole tesoro mio…  e non ti vengo a cercare , perchè tu sai dove trovarmi..qui di sicuro,   e sai che cercarmi e’ facile come cercare le stelle nella notte serena e sappi, se non lo sai già che io sono qui  e so starci…… e non ti vengo a cercare.. perchè alla fine sono codarda.. perchè… alla fine…sto aspettando di fare come BUD SPENCER .. intanto piego le spalle e raccolgo le forze… e poi…. sarò io che spazzo via le nuvole su di me….

 

 

 

3 commenti

Mag 03 2013

te che sei casa…

Pubblicato da archiviato in Argomenti vari

oggi ti cerco, ti cerco… dove sei finito?.. ti imploro.. cosa che non sono avvezza a fare, ma lo faccio ho bisogno di quello che tu sai darmi, ho bisogno di vivere in te per un po’, ho bisogno di quello che fai della mia anima e del mio copro, ho bisogno di un sogno piccolo , annebbiato, ma un sogno che mi porti altrove, ti prego fallo; e chi se ne importa se quel sogno sa di vecchio e di ammuffito e’ quello di cui ho bosogno,fallo.. ti prego portami via, un minuto, un attimo .. fallo , fammi volare e ridere, fammi sentire una donna, dammi i tuoi occhi e regalami i tuoi sguardi,quelli che scivolano addosso come vestiti che cadono, regalami la tua bocca dolce, e le tue mille parole, regalami le tue mani, calde , dolci, forti, mani di uomo, in cui mi piace rifugiarmi, e rubare un gesto che  in se ha il sapore dell’accoglienza, ha il suono di una corda di chitarra, ha sempre la nota giusta..  dove sei, se ci sei, arriva improvviso come sai, come sempre fai…ti prego oggi fammi un regalo, non è il mio compleanno , non ancora, ma la mia anima è ferita, i miei occhi piangono lacrime infinite, il mio cuore è diventato piccolo come un nocciolo di ciliegia,  e nessuno lo vede, nessuno lo può vedere, ma tu si, lo so che se mi guardi, vedi leggi sai.. e io non posso nasconderti niente.. ci sono momenti che non vorrei vivere, ma mi cadono davanti intralciano i miei passi;  e perdonami se cerco te, ma so che solo tu sei casa.. anche solo il penisero di te è casa; e cerco te, nella tua assenza, nel tuo passo.. e cerco  il tuo guardare oltre.. lo sai bene  che sei.. oltre, l’oltre che si cerca quando il male dentro grida forte,  quando il male dentro ti riempie fino ad uscire straripando da ogni fessura del corpo… si piegano gli angoli delle labbra tirati giù da sacchi di sabbia, non ho la forza di trovare le parole, le speranze, non oso.. e cerco te, tu che sai capirmi, sai darmi la forza di aprirmi, la voglia di ritrovare il cammino, il sorriso….cerco te nei ricordi, nelle sensazioni, lascio che mi cullino pensieri, lascio che mi cullino sottili raggi di sole rosa di tramonti andati..   ho bisogno di un pensiero bello, di un pensiero.. oltre.. te.. che sei casa..

2 commenti

Gen 24 2010

…tu riappari e fuggi via….

Pubblicato da archiviato in Argomenti vari

Se potessi ti comprerei l’anima, la pagherei con tutto quel che ho, comprerei te e la tua  travolgente follia, ma non sei in vendita, purtroppo o per fortuna non so, so solo che  insieme sarebbe troppo, sarebbe dinamite , insieme forse saremmo insopportabili, forse … insieme sarebbe bellissimo, un sogno che, nei miei deliri a volte,  mi piacerebbe si avverasse, ma va bene così un attimo di follia e la fuga, va bene perchè non può essere altrimenti… ti vivo come sei, ti vivo come vuoi, ti vivo e vivo in te ogni volta come fosse l’ultima, e ogni volta come fosse la prima, scoperta infinità di armonia e piacere, feeling e  dolcezza, trasgressione e amore, affetto reciproco, voglia di andare oltre e fermarsi per restare come siamo con la sensazione di non essere arrivati, di non aver chiuso mai l’argomento, sparisci e poi ricompari come un ologramma , come la luna, ci sono e resto qui, vivo la mia vita e ti lascio uno spiraglio, non posso far a meno di te, e non vuoi fare a meno di me… e allora sia questo o qualsiasi altra cosa… allora sia e non sia più ogni volta… uno sguardo ancora, il tuo odore ancora, il tuo sapore ancora, noi, il desiderio di baci infiniti, di appartenersi…. e allora sia magia ogni volta… ancora magia!

Prosegui la lettura »

Un commento presente

Set 11 2009

sull’amore…

Pubblicato da archiviato in Argomenti vari

Prosegui la lettura »

3 commenti

Ago 05 2008

il mio cuore trabocca diamanti…

Pubblicato da archiviato in Argomenti vari

 

Il mio cuore trabocca diamanti d’amore,

Prosegui la lettura »

Un commento presente

Pagina successiva »