Ott 09 2012

ecco quale era la mia paura…

Pubblicato da archiviato in Argomenti vari

e lo sapevo che mi avresti ferito,  sapevo che avevi un coltello in mano… e me lo hai conficcato nel fianco mentre sul tuo volto si squarciavano risate,  da me colavano fiumi di sangue verde dalla rabbia… umiliata, offesa, per il tuo essere stupidamente distratto, distratto nelle amicizie , distratto nei comportamenti, distratto nelle azioni, distratto dalla tua vita e distratto da me… e le strette al cuore e allo stomaco che con tanta naturalezza mi davi, erano solo il preludio per questo dolore,  che mi ha invaso ….e non è il credere o non credere a te, è il prendere coscienza di averti dato troppi alibi, di non averti messo limiti  , di aver sperato in qualcosa che non è arrivato che non è stato.. che…  e  la delusione mi brucia ancora e le parole, le parole non mi bastano perchè  io voglio i fatti, perchè sono abituata che le MIE parole sono piene di fatti, ma nelle tue non li trovo… ti ho sbattuto la porta in faccia, si… ma le porte sono fatte per bussarci fino allo sfinimento, per essere buttate giù anche a calci, se si ha qualcosa da dire e da fare….  mi sono seduta sulla sedia di cucina ed ho aspettato, per un bel po’.. e poi.. la mia attesa è stata così ripagata, l’attesa per il tempo che non è arrivato,  l’attesa di te.. e allora adesso quel tempo lo devi battere se vuoi trovarmi  ancora lì.. che  ci sia … mi conosci .. o forse no… la mia sensibilità mi porta ad estremizzare tutto, mi rende vulnerabile…ma poi mi trasforma in un mostro che si libera di tutto in un attimo… che si sente offeso e che  raccoglie tutta la forza che ha pur di   combattere un dolore… e scatena uragani… pur di perdere il vizio di prestarsi all’abitudine di soffrire.. e se tu soffri mi spiace, ma  mi spiace anche di più che soffra  io,  e il male   che sento non mi piace,  assolutamente e il bene che provo non può bastare a sopportare questo…  solo l’elevare l’amore al di sopra di tutto  mi può far capire che .. e mi può far vedere che…  e se sto così è  solo per amore…..  ma l’amore pensato, immaginato e sognato,  non basta più, a questo punto della vita serve l’amore vissuto, e non faccio sconti, non ne faccio più… l’uomo accanto deve essere un valore aggiunto non una sofferenza latente fatta di incomprensioni, e se per vizio tendo a dare sempre tutto e anche di più senza nessuna fatica.. poi quando vengo ferita..  sanguino e … mi chiudo e resto lì nel mio rifugio e non dò niente per niente.. e non dò…. non ho mai avuto paura di perderti, era di questo, di questo dolore che avevo paura…… e mi chiedo sempre perchè non possa essere capita e capire, mi fa abbastanza incazzare tutto questo… io voglio star bene… solo stare bene…e mi viene spontaneo operarmi per far star bene tutti gli altri, ma mi costa e mi è costato far questo per far star bene me.. o almeno per allontanarmi il più possibile dal dolore e girarmi dall’altra parte per non poterlo nemmeno vedere… 

“Io non pretendo di avere verità assolute
ti invito solo al tuo destino
che può cambiare
può certamente migliorare
dipende dall’impulso che vuoi dare

Ma grido, ancora grido
pensando a quando mi dicesti io senza te impazzisco
lo riconosco anche io ero presa, ma mi sono sentita offesa da te
e così io me ne andai “

  ( cuore pallido- Amalia Grè)

2 commenti

Nov 09 2010

Perchè si è padri e si è madri … sempre!

Pubblicato da archiviato in Argomenti vari

imagesCA4FY8A2Il tuo volto scavato dal dolore, ma adesso rassegnato alla serenità dell’impossibilità di cambiare le cose, con il solo desiderio di viverle perchè passino, sfumino e alla fine rimangano lì nel tuo cuore; gli scatti immortalano l’unico modo che conosci per far scorrere il dolore, per gridare la tua rabbia con le tue belle parole, e magari mentre davanti a tanta gente, le canti, ancora rivedi ricordi e pensieri di quando le hai scritte, di quando le hai sognate immaginate e magari cucite addosso a lei , piccolo angelo , adesso vola , vola su nel cielo, vi gaurda e vi ama, nei vostri occhi è difficile non incrociare quel terribile e innaturale dolore, sopravvivere alla sua perdita  credo che sia veramente difficile , nessuna parola , nessuna e fino ad oggi nemmeno mi sono sentita di sfiorarle, ma una foto trovata su fb mi ha fatto pensare dinuovo a quello che è accaduto, a come siamo vulnerabili a quanto è ingiusto , le mie parole sono di mamma, di donna , non certo di ammiratrice, ricordo di essere rimasta attonita e incredula davanti al tuo messaggio quella sera, di aver provato  sbigottimento rabbia, di essermi unita al vostro dolore immondo , difficile anche da immaginare, non riuscivo a chiudere il computer , non riuscivo a dormire,  non ti ho ascoltato per giorni quasi a non volerti far fare cose che in quel momento erano  inconcepibili; per rispetto per solidarietà genitoriale, perchè i figli sono qualcosa di unico che non si può spiegare, come l’amore che ci lega a loro;  non so cosa attraversi al tua mente , la tua vita ,la tua anima e anche quelle della tua compagna , so che guardare passare le tue foto mi stringe il cuore, e pensare alle parole dolci e paterne dette su lei più o meno un anno fa  mentre conversavi con noi sciamannati in un teatro di periferia  fa ancor più male….mi unisco e faccio scorrere questo dolore cantando a squarciagola quasi a volermi sentire spossata stanca per espiare la colpa di non poter far niente e accettare la rassegnazione l’evidenza dei fatti conservando l’amore infondo all’anima e al cuore..

4 commenti

Apr 08 2010

Non mi riconosco

Pubblicato da archiviato in Argomenti vari

imagesmi guardo allo specchio e non mi riconosco, la persona che vedo ha qualcosa che stona, pensavo ai capelli troppo biondi e troppo lunghi, pensavo ai vestiti troppo gli stessi e  ancora affumicati, pensavo agli occhi, troppo spenti e ancora annebbiati… ma non è questo è la mia anima, anima assente che cade da me a pezzi in queste giornate di primavera, la mia decisione non esiste più, mi vergogno ed arrossisco ai complimenti, ci rimango male, non ho più nessuna considerazione di me e del fatto di essere… le mie gambe tremano, la mia voce anche, la mia personalità trafitta e colpita a morte sta in piedi con i fili, temo il confronto e l’affronto,  mi sento e mi ritengo incapace di vivere e sorridere..non è da me.. non mi riconosco, ma io chi sono.. dove sono… il fuoco si è portato via tutto tutto quello che ero, non so se purifica ma so che annienta, non espongo le mie idee anche se sono diverse e se sono convinta che siano buone, lascio che tutti pensano e dicono quello che vogliono, le rughe seguono il mio viso, mi rassegno al passare delle ore,  mi arrendo al volere del mondo non recrimino e nemmeno mi arrabbio non riesco a ribellarmi.. è come se qualuno si fosse divertito ad infilarmi una mano in gola a e estrarre da dentro tutto ciò che ero, scrivevo di amori e passioni di rinunce e conquiste, scrivevo per liberarmi, adesso scrivo per pensare… e cercare di uscirne..forse quando le cose ricominceranno..o forse no.. vorrei provare un dolore fisico per tentare di reagire..ma so che alla fine sopporterei in silenzio anche quello, so che soccomberei alle bastonate, so che vado avanti infilando un giorno dietro l’altro, ho bisogno d’aiuto, ma strana la vita…. non credo di potermelo permettere.. penso.. stamani dopo tanti giorni penso e rifletto e non mi piaccio e non sono io… e non mi riconosco

Un commento presente

Apr 02 2010

verrà il tempo….???

Pubblicato da archiviato in Argomenti vari

7047405-sme mi fermo a pensare se mai potrà accadere che torni il sole, se mai accadrà di svegliarsi la mattina con il sorriso stampato in faccia  e la voglia di ridere, cantare e essere felice, se verrà mai il mio tempo, quel tempo che  da troppo passo aspettando che arrivi il momento migliore, e invece ce n’ è sempre uno peggiore pronto ad arrivare, ogni volta, ed io sempre qui con meno forza ormai rassegnata a vivere ciò che la vita propone senza replicare e non inseguire più i sogni , nessun sogno, questa malinconia affiora poi così improvvisa, le ferite si riaprono e gemono sangue, e si arrossano e fanno male tanto, e mi chiedo se il tempo della gioia arriverà… la serenità è passata l’ho appena assaporata , ma vorrei un giorno sentirmi felice e non solo serena, felice e piena di vita, ma sembra che ciò non sia possibile come se la mia storia fosse scritta così , con quel grigio che si sfuma ogni tanto per poi tornare intenso,  la felicità più grande è quella che mi regala mio figlio, ma non posso dipendere da lui, non si può e allora rimescolo pensieri, e cerco di guardare il bicchiere mezzo pieno, e di farmi una ragione su chi sta peggio di me, ma ogni tanto mi viene la voglio, il bisogno la necessità di gridare e piangere e chiedermi  perchè il mondo è sempre pronto a crollarmi addosso, sempre e mai ad aprirmi cieli azzurri… ma non ho risposte e allora chiudo gli occhi che facciano male… li stringo forte che finiscano le lacrime, guardo oltre e vado avanti, ingoio ciò che piove dal cielo, e mi rassegno infondo altro non posso fare…. sono anche odiosa  e lagnosa e non mi sopporto  nemmeno io figurati un po’ come fanno gli altri a sopportare me…

2 commenti

Mar 26 2010

.. e forse sarà la primavera…

Pubblicato da archiviato in Argomenti vari

doni 050Beh è venerdì sera, resto ancora un attimo solo, incollata alla scrivania a rimettere insieme i frantumi dei mie pensieri, gli occhi bruciano, sarà la stanchezza forse, sarà la fatica di parlare senza voce, sarà…la primavera ….

e si già è arrivata anche quest’anno la stagione che amo, che mi fa venire l’abbiocco, ma mi fa solitamente tornare il sorriso, le giornate più lunghe , il sole  più caldo, i fiori e il risveglio della natura e anche dei sensi,  lo sbocciare di allegria e colori, melodie soavi nei cinguettii di uccellini appena usciti dal nido.. insomma come si può restare grigi in mezzo a tutto questo.. non c’è verso.. e allora io ci provo, perchè sono testarda, perchè non mi arrendo, perchè scaccio la malinconia a  pedate, perchè spingo lontano l’inverno… si basta non ne posso più, questo inverno è durato troppo e allora almeno quello delle stagioni della natura si può mandar via è giunta la sua ora, e così si spera si porti via definitivamente anche quello dell’anima, ibernata , ghiacciata e seccata da mille cose brutte, dall’aridià che lascia il fuoco… anima brilla al sole che scioglie il ghiaccio e la neve e ricopriti di colorati e profumati germogli… fallo..ho voglia e bisogno di vivere, e cerco di alzare il velo pesante del fumo sceso sui miei occhi per liberare lo sguardo, mi spoglio di ogni brandello di pensiero per rimanere nuda e pronta a indossare mille e mille colori, riprendi vita, complicata e maledettamente difficile, ricomincia a scorrere nelle mie vene che sentivo asciugate dal dolore e dalla confusione, regalami la forza di sognare , di farlo, ancora di riuscirci…e forse sarà  primavera….

Un commento presente

Mar 12 2010

un ultimo sorriso

Pubblicato da archiviato in Argomenti vari

ancora una volta un piccolo pensiero, solo due parole per ricordare come ridevi di gusto,  sempre attenta a far del bene, gentile e amorosa con tutti, quante volte mi hai accolto a  braccia aperte, e come provavi a far la bisnonna con il mio bambino, e poi venire a casa tua e tu che non ci riconoscevi, ma sorridevi comunque, le mie nonne se ne sono andate ormai da tanto, ma solo vederti mi faceva tanto piacere potevo immaginare come sarebbe stato averne una a questa età… è stato bello conoscerti e fare un po’ di strada con te, è stato molto bello… hai lasciato nel mio cuore un sorriso, con quello ti voglio ricordare, con quello soltanto, con gli occhi luminosi e la voglia di vivere, i capelli appena fatti e sempre in ordine e ben vestita …. la tua voce che mi diceva, vieni su… e affacciata alla finestra quando andavo via… un bacio “nonna”, un ultimo bacio, vola lassù e non soffrire più!!!

Nessun commento

Mar 05 2010

tutto tornerà come prima…niente!!

Pubblicato da archiviato in Argomenti vari

continuano a ripetere che tutto si risolve , che tutto tornerà come prima…ma io so che non è così..è da un po’ che ho smesso di credere alle favole ,e quindi, siamo realisti, e diciamo che possiamo rimediare, possiamo provare a ricostruire, ma niente sarà più come prima, niente e nemmeno la mia anima, logora, bruciata, annerita, affumicata e maleodorante; sono razionale e so fare i conti e so guardare e vedere, e ogni pezzo  che cade porta con se un pezzo di me, e della mia vita, ricordi sogni e pensieri, e come è difficile andare avanti passo dopo passo… e smettetela di dirmi che sono forte… magari lo sono ma fa un male cane e che cazzo!!.. e smettetela anche di dirmi che poteva essere peggio… perchè non posso soffrire per qualcosa che non è…ma mi sembra già abbastanza, credo e poteva essere meglio… molto meglio…sono arrabbiata con il mondo , con me, con tutto, ci sono attimi in cui perdo la mia lucidità, o forse la ritrovo, e vedo tutto come è realmente, tutto quello per cui avevo faticato tanto a cui con cura e amore avevo pensato ogni piccolo dettaglio, ogni piccolo pezzettino, tutto tutto contaminato, tutto sarà diverso, niente potrà essere come prima, le cose che se ne sono andate i dettagli i piccoli pezzi i ricordi tenuti e conservati con cura e con amore  trascinati via con violenza e senza nessu rispetto dall’inferno di un ora in un venerdì di febbraio…. le ferite si riemarginano si, ma restano le cicatrici, e fanno male… e se ogni tanto non ho voglia di sorridere scusate, e se non vi cerco scusate, ho bisogno io di essere cercata di vedere sorrisi, di trovare la forza altrove  e poi capita che i mie tacchi alti indossati con la voglia di camminare decisa e a testa alta la mattina , diventino il rumore di passi stanchi di gambe si trascinano lente la sera, senza una meta e senza un pensiero, andare avanti evitando di pensare, evitando di farsi risucchiare…….niente tornerà come prima… non siamo ipocriti ..lo sappiamo tutti..!!!!

Nessun commento

Ott 06 2008

…ascoltami….

Pubblicato da archiviato in Argomenti vari

 

Prosegui la lettura »

2 commenti

Set 18 2008

..non riesco proprio ad odiarti… ma so che dovrei …

Pubblicato da archiviato in Argomenti vari

Prosegui la lettura »

4 commenti

Lug 18 2008

Esilio i miei sentimenti

Pubblicato da archiviato in Argomenti vari

 

Esilio i miei sentimenti,

Prosegui la lettura »

3 commenti

Pagina successiva »